Giro di vite nella città mariana contro la dilagante prostituzione. La scorsa notte sono scesi in campo i carabinieri della compagnia di Pompei che hanno denunciato quattro prostitute, tutte dell’Europa dell’Est, ed i loro clienti per atti osceni in luogo pubblico e per i reati collegati al “mestiere” di meretrice.

Le “squillo”, infatti, sono state colte a fare letteralmente sesso in strada nelle periferie cittadine: alle spalle degli Scavi e nella zona che costeggia il Fiume Sarno. Alle donne è stato “consegnato” il foglio di via da Pompei.

Dunque, i militari dell’Arma hanno intensificato i controlli dopo le numerose denunce della popolazione che da tempo segnalano una presenza massiccia delle “lucciole” nelle strade cittadine.

Prostitute