Il Comune torna sulla questione delle falde acquifere inquinate a Terzigno: e lo fa con un filmato caricato su YouTube e pubblicato nell’home page del sito internet istituzionale. Il video risale ai controlli effettuati a novembre ed è l’ennesima risposta dell’Amministrazione alle denunce degli ambientalisti sull’avvelenamento dei pozzi artesiani provocati dai rifiuti di Cava Sari.

Già nei mesi scorsi, infatti, il botta e risposta fu durissimo con tanto di scambio di documentazioni Arpac interpretate in maniera discordante dalle due parti in causa. Il dossier degli attivisti venne diffuso dal “Fatto Quotidiano” a firma di Vincenzo Iurillo. Si parlava di materiali cancerogeni rinvenuti nell’acqua comunemente usata dai cittadini di Terzigno proprio in prossimità dell’ex invaso nel Parco nazionale del Vesuvio.

Al contrario il sindaco Stefano Pagano ha sempre rivendicato la bontà del servizio idrico cittadino e di non avere mai nascosto nulla agli abitanti. Intanto sono arrivate le immagini dei controlli di sanità pubblica effettuati sull’acqua potabile. Nel filmato si vede infatti il prelievo di un campione da esaminare. Naturalmente si attende di conoscere l’esito.

acqua controlli