I cinesi di San Giuseppe Vesuviano sbarcano al Parlamento europeo e l’eurodeputato di Fi-Ppe, Enzo Rivellini, plaude al comportamento dei sangiuseppesi in merito all’accoglienza degli orientali: «A seguito dei tragici avvenimenti verificatisi lo scorso dicembre in una fabbrica tessile cinese di Prato mi è sembrato inevitabile discutere in seno alla Delegazione Interparlamentare Europa-Cina, da me presieduta al Parlamento europeo – dice – dei problemi ed anche delle possibilità conseguenti al fenomeno degli insediamenti cinesi in Europa. In presenza dei membri della Delegazione Ue-Cina, ho invitato il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, accompagnato dal presidente del consiglio comunale e dai consiglieri Nunzio Zurino, Francesco Santorelli e Saverio Cirino, per discutere le questioni inerenti gli insediamenti cinesi in Europa. 

«Il sindaco – continua Rivellini – ha illustrato le tante problematiche che ogni giorno la sua amministrazione deve affrontare, spiegando che il rispetto per ogni comunità insediata è essenziale, come lo sono la prevenzione e l’applicazione delle normative sul lavoro vigenti». Catapano da parte sua ha aggiunto: «Sul nostro territorio, dove è forte la presenza della comunità cinese, dopo una serie di contestazioni per la chiusura di oltre 70 opifici fuori norma e ben 22 inceneritori abusivi si è consolidata l’integrazione delle due comunità».

«San Giuseppe può rappresentare – ha poi aggiunto Rivellini – un modello da esportare in tutta Europa e per questo motivo ho ritenuto opportuno invitare il sindaco ed il presidente del consiglio comunale a tornare a Bruxelles. Il presidente del consiglio comunale si è impegnato a presentare un documento da approvare in consiglio comunale che, presentato al Parlamento europeo, potrà fungere da esempio e da informazione per i responsabili europei nel settore della tutela delle condizioni di lavoro e dell’immigrazione».

chinatown