Circumvesuviana, i sindaci in Regione: «Scongiurata la chiusura delle stazioni»


123

«Prendiamo atto che l’assessore Vetrella ha pubblicamente scongiurato la chiusura delle stazioni di Poggiomarino, Sarno, Striano, San Valentino Torio e del relativo tratto ferroviario». Così dichiarano i consiglieri regionali Gianfranco Valiante, Donato Pica, Mario Casillo, Antonio Marciano e Antonio Amato presenti oggi all’audizione in quarta commissione. «Resta tuttavia alta la nostra attenzione – avvertono i consiglieri del Pd – e vigileremo sul mantenimento del servizio, sull’efficienza, la manutenzione e la sicurezza delle stazioni della Circumvesuviana».



«Abbiamo assistito – hanno ricordato i consiglieri regionali del Pd – in questi anni ad una politica del trasporto pubblico locale che, in nome dell’ottimizzazione, ha mortificato un’azienda, la Circumvesuviana, apprezzata da tutti, ha negato il diritto alla mobilità, tagliando, in particolare su questa tratta, le corse di quasi il 50% e abbandonando le stazioni in condizione di terra di nessuno. Ora l’assessore Vetrella sostiene che si può rilanciare. Noi aspettiamo di verificare i fatti». «Dinanzi a tutto ciò infatti – ha dichiarato Valiante intervenuto all’audizione – destano dubbi e preoccupazione le affermazioni del manager Polese il quale, ad una nostra domanda sul trend di utilizzo e sul sistema di controllo e sicurezza di queste stazioni ha risposto che c’è un basso carico pomeridiano sul quale riflettere e che ciò dipende dalla qualità del servizio».

«Il gruppo regionale Pd – conclude il vicecapogruppo Antonio Marciano – vigilerà affinché siano rispettati gli impegni presi in audizione dall’assessore Vetrella per rilanciare il servizio su ferro, garantire la manutenzione e la sicurezza delle stazioni e, soprattutto, tutelare il diritto alla mobilità agli utenti, a cominciare dai numerosi studenti e lavoratori costretti a fare affidamento al noleggio di autobus privati per far fronte alle inefficienze del trasporto locale».

Circumv

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE