Chiusura stazioni Circumvesuviana, la rabbia dei sindaci: «Intervenga Caldoro»


232

C’è chi già mandato la delibera a Caldoro e chi lo farà nei prossimi giorni. Certo è che hanno tutta l’intenzione di protestare uniti: i sindaci dei Comuni di Poggiomarino, Striano, San Valentino e Sarno sono pronti a dare battaglia rispetto all’ipotesi di un taglio della tratta della Circumvesuviana che li interessa con la conseguente chiusura delle stazioni. E, per dimostrare l’unità di intenti, hanno deciso di approvare una delibera con la quale chiedono al Governatore della Campania, Stefano Caldoro, un incontro urgente per discutere della questione.



«Caldoro dovrà riceverci e spiegarci cosa c’è di vero in questa ipotesi di taglio», dice l’assessore con delega alla viabilità del Comune di Poggiomarino, Antonio Boccia. In realtà un esponente della giunta regionale, Sergio Vetrella, titolare proprio della delega ai trasporti, ha già fatto sapere al sindaco di Striano, Antonio Del Giudice, che lui non ha autorizzato alcuna soppressione di stazione. Spiega, però, Boccia: «Nessuno discute quello che afferma Vetrella, ma noi abbiamo bisogno di certezze». E aggiunge: «Chiudere tali tratte sarebbe un atto letale per la nostra comunità. Sarà una battaglia dura, ma assolutamente necessaria per Poggiomarino e per i paesi limitrofi. Siamo pronti ad affrontarla».

Intanto giovedì se ne parlerà in commissione Trasporti al consiglio regionale (ore 12, Centro direzionale, Isola F/13).  Il Pd Mario Casillo che della commissione è il segretario, è caustico: «Non è con le sforbiciate violente che si affronta la crisi dei trasporti, ma con operazioni ragionate tese alla riduzione degli sprechi».

circum

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE