A Terzigno una “Befana Multiculturale” per dare voce e forza al tema dell’integrazione


409

“La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte”. Questa è una delle tante filastrocche dedicate alla Befana, quella vecchia signora che arriva su di una scopa per portare i doni ai bambini, scendendo dalla cappa del camino.



Quest’anno l’associazione Synapsis ha organizzato la “Befana Multiculturale”, perché ha voluto fortemente inviare il messaggio che chi è extracomunitario deve avere la possibilità della massima integrazione con i ragazzi locali. Ragazze festanti e sui trampoli accoglievano i numerosissimi bambini presenti all’iniziativa, che con i loro sorrisi, corse e urla ripagavano il tanto lavoro fatto dai soci dell’associazione.

Il luogo dell’evento è stato il primo piano dell’Istituto Comprensivo G. Giusti. La palestra poi con gli stand e ricca di luci colorate è stata la meta preferita delle persone adulte perché potevano controllare i propri bimbi impegnati in attività ludiche e ascoltare della buona musica. All’esterno della palestra numerosi stand per i piccolini, dal baby trucco alla manipolazione dei palloncini, e ai classici carretti dello zucchero filato, dei pop corn e dei biscotti.

L’associazione operante sul territorio locale da diversi anni ha in Franco Caldarelli il suo presidente, mentre ha nel dott. Nunzio  Avino e il dott. Ottavio soppelsa, le menti operanti, i veri promotori di ogni iniziativa culturale. Lo scopo dell’associazione è anche quello di fare manifestazioni culturali per permettersi quella crescita complessiva che si auspica per il bene del Paese. Per questa manifestazione è stato scelto come motto una frase di Ghandi “ siate il cambiamento che vorreste vedere nel mondo”, per dare maggiore voce e forza al tema dell’integrazione.

befana

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE