Sono stazionarie le condizioni di Maria Rosaria Nacherio, la giovane di 23 anni di Terzigno rimasta gravemente ferita nell’incidente stradale verificatosi l’altra notte sulla Statale 268 tra Poggiomarino-Boscoreale e San Pietro di Scafati nel quale sono morte quattro persone.

La ragazza è ricoverata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Nocera Inferiore: ieri è stata operata alla testa per ridurre l’ematoma causato dal forte trauma cranico dovuto all’impatto. Maria Rosaria era a bordo della Ford Fiesta sulla quale c’erano i suoi amici Giovanni Tortora, di 21 anni e Mario Boccia, di 23 anni, di Ottaviano e San Giuseppe Vesuviano, morti nell’incidente.

La loro vettura si è scontrata con la Hyundai I10 sulla quale c’erano Jan Krzysztof Kowalski, di 25 anni e la madre Dorate Kowalska, di 45 anni, residenti a Boscoreale, le altre due vittime. Lo schianto mortale ha riacceso le polemiche sulla pericolosità della statale 268 dove in passato si sono verificati altri gravi incidenti.

268 mrn