Sembrerebbe ma una barzelletta, ma quando in ballo c’è la sicurezza dei bambini il finale è sempre amaro. Nel mirino dei carabinieri, infatti, sono finiti gli scuolabus della ditta appaltatrice del Comune sommese: pullmini gialli che non avevano a bordo il necessario equipaggiamento per garantire l’incolumità dei piccoli utenti.

Ad essere multati sono stati due mezzi, che tra l’altro non mostravano neppure il contrassegno assicurativo esposto sul parabrezza. L’intervento è avvenuto all’esterno di una scuola elementare di Somma Vesuviana e ad elevare le contravvenzioni sono stati i carabinieri di Castello di Cisterna.

Il giro di vite dei militari dell’Arma dovrebbe continuare anche nei prossimi giorni, coinvolgendo anche altri Comuni dell’area vesuviana: sono numerose, purtroppo, le segnalazioni a riguardo del trasporto non a norma di scolaresche.

scuolabus