I responsabili delle Posizioni Organizzative hanno ricevuto il decreto di nomina a firma del Commissario Prefettizio, Anna Nigro. Sono in tutto nove, individuati nella categoria D del contratto nazionale, cui si aggiunge l’individuazione e la nomina del vice-comandante della polizia municipale. Il Commissario ha conferito gli incarichi sulla base del modello organizzativo già approvato dalla recente Giunta con la delibera n. 347/13.

La posizione organizzativa del servizio Affari Legali è stata conferita ad Antonietta Colantuoni; quella dei Lavori Pubblici a Luigi Coppola; la polizia municipale a Fabrizio Palladino; gli Affari Generali vanno alla vicesegretaria, Paola Maria Maione; Personale e Servizi Demografici affidati a Giuseppa Ceriello; le Politiche Sociali, Cultura, Istruzione, Turismo e Sport sono conferite a Margherita Beneduce; confermata la posizione dell’Ufficio di Staff (Ced, Ufficio Stampa e Cerimoniale, Ufficio Supporto Politico, Ufficio Arredo Urbano e Verde Pubblico), con incarico al 50% ai tenenti Antonio Carotenuto ed al tenente Pasquale Maione. Quest’ultimo ha ricevuto anche l’incarico di vicecomandante vicario del Corpo di Polizia Municipale.

I decreti del Commissario, che si aggiungono alle precedenti nomine di Antonio Esposito e di Luigi Pappadia, dotano l’Ente delle figure di gestione necessarie a garantire i principi di netta separazione con quelli degli organi di governo. «Tengo a dire prima di tutto che Sant’Anastasia è proprio un bel paese, mi piace molto, c’è fermento di vita culturale, tradizionale e religiosa. Sarà interessante per me conoscerlo sempre meglio e poter apprezzare le sue caratteristiche principali e le potenzialità di sviluppo del turismo, che ha nel Santuario di Madonna dell’Arco un punto di riferimento apprezzato nel mondo. Nell’affrontare il tema dell’organizzazione comunale e della nomina dei Responsabili di Posizione Organizzativa, giunta a naturale scadenza – dice Anna Nigro – ho trovato ampia collaborazione da parte di tutti, per cui la prima impressione è che si potrà lavorare bene ed in un contesto positivo».

Commissario Nigro