In merito alle recenti accuse, mosse a mezzo stampa, l’amministrazione comunale sangiuseppese intende fornire alcuni necessari chiarimenti relativamente all’intervento manutentivo svolto in Piazza Elena D’Aosta.

A tal riguardo, giova ricordare che l’ufficio competente già ante operam ebbe a relazionare in merito all’intervento manutentivo da svolgere, con tre diverse note, tutte corredate dai necessari rilievi fotografici. Inoltre, non si è provveduto al rifacimento del manto della piazza, non c’è stato alcun restyling, in quanto i lavori in atto consistono semplicemente nella ordinaria e straordinaria manutenzione e nella messa in sicurezza delle aiuole site nel piazzale Elena D’Aosta.

Nello specifico, le operazioni riguardano l’eliminazione di alcuni ceppi radicali (residui di vecchi arbusti) e la sistemazione dei vialetti, resi ormai impercorribili dalle radici che hanno divelto i cubetti, con sistemazione della bordatura, estirpazione delle radici sottostanti e riapposizione dei   cubetti, senza alterare l’aspetto esteriore e la conformazione delle aiuole e dei vialetti.

Inoltre i cubetti vesuviani non sono affatto scomparsi; tali cubetti sono stati opportunamente accantonati in un deposito messo a disposizione dalla ditta appaltatrice, onde evitare che fossero trafugati, essendo l’area aperta e incustodita, ed avendo il Sindaco denunciato recentemente diversi episodi di sabotaggio e trafugamento, nonché di distruzione di diversi beni di pubblica utilità. Si precisa, tra l’altro, che di volta in volta, a seconda delle esigenze lavorative, i cubetti vengono riportati in cantiere.

In conclusione, ribadendo che i lavori in piazza Elena D’Aosta sono ascrivibili ad interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione, anche in considerazione dell’esiguità delle operazioni, consistenti nella sola sistemazione dei sanpietrini divelti dalle radici, che erano presenti non nell’intera area, ma solo nei camminamenti pedonali, non è dovuta alcuna autorizzazione paesaggistica in merito, considerando il dettato dell’art. 149 del D. Leg.vo 42/04, che al comma 1 lett. A, recita: “non è dovuta autorizzazione paesaggistica per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria…”.

RESTAYLIN G PIAZZA ELENA D'AOSTA.