Denunciato dai carabinieri un commerciante cinese 62enne residente a Ottaviano, ritenuto responsabile di commercio di oggetti contraffatti. Durante i controlli nell’esercizio commerciale per la vendita di casalinghi gestito dal 62enne, i militari dell’arma hanno trovato 154 paia di occhiali da lettura privi del marchio del fabbricante e delle previste avvertenze contemplate dalla normativa europea Uni En 14139.

Il materiale era stato inoltre posto in commercio senza la prevista autorizzazione stabilita dal ministero della Salute. Dunque, gli occhiali da lettura, anziché migliorare la vista avrebbero potuto comprometterla anche in maniera grave.

Un nuovo business, insomma, per il “Made in China” che adesso puntano anche su prodotti da banco farmaceutici o che andrebbero venduti soltanto da esperti del settore.

nas cinesi