La rata della mini-Imu, il cui pagamento scade il 24 gennaio, non dovrà essere pagata da nessun cittadino anastasiano.

L’Ente non avendo aumentato a suo tempo la misura percentuale minima dell’imposta sulla prima casa – la stabilì infatti al di sotto del 4×1000 e molti cittadini ne furono agevolati, altri non dovettero pagare –  si trova nella condizione di non dover chiedere il versamento della cosiddetta mini-Imu in quanto non dovuta.

A comunicarlo è in una nota l’ufficio stampa del Comune di Sant’Anastasia dopo che in città si erano diffuse voci contrastanti sull’imposta.

comune sant'anastasia