La polizia, in un ufficio privato di Nola ha sequestrato un computer contenente alcuni documenti in lingua straniera e probabilmente utilizzati per fare restare in Italia gli extracomunitari clandestini.

Il sequestro è appunto avvenuto nell’ambito di una indagine su un presunto giro di permessi di soggiorno falsificati.

La vicenda è stata denunciata anche dalla trasmissione “Lucignolo 2.0”, andata in onda domenica scorsa su Italia 1.

polizia_4_2