Commozione e rabbia ai funerali di Aniello Maione, il 77enne di Sant’Anastasia ucciso a coltellate nel cimitero cittadino. Ieri pomeriggio l’ultimo saluto all’anziano, durante cui è arrivato l’anatema del parroco di Sant’Antonio, Giacomo Varrengia: «Il killer di Aniello non avrà pace, non si può uccidere così un uomo che ha dedicato tutta la vita alla sua famiglia».

All’arrivo della salma al cimitero, il luogo dell’assassinio, familiari ed amici della vittima hanno tributato all’anziano un lungo applauso. Dunque, ira anche dal sacerdote, oltre che dai familiari che stanno ancora aspettando di sapere chi ha ammazzato il povero Aniello.

In tal senso continuano a ritmo serrato le indagini, anche se gli investigatori seguono piste che al momento non hanno ancora condotto ad una svolta. Lo sguardo resta fissato su uno giovane vicino con cui l’uomo avrebbe litigato pochi giorni prima del delitto, ma l’ipotesti pare essere piuttosto flebile.

funerali maione