«Sono state sbloccate dall’Agenzia regionale di Difesa del suolo opere per 1,5 milioni di euro relative al completamento della rete fognaria del comune di Poggiomarino». Lo comunica l’assessore ai Lavori pubblici della Regione Campania Edoardo Cosenza. «Si tratta – dice – dell’ultima tranche dell’intervento avviato dall’ allora commissario Jucci che consentirà di allacciare la fognatura interna al territorio comunale al collettore comprensoriale Sub2 che la stessa Arcadis sta ultimando e che sarà pronto nel giro di pochi mesi».

«Il completamento di tale opera infrastrutturale – aggiunge – ha una importante valenza ambientale con conseguente disinquinamento dei canali affluenti del fiume Sarno: l’allacciamento servirà un bacino di 25mila abitanti equivalenti ed è un altro tassello che si aggiunge ai recenti interventi analoghi che hanno già riguardato Torre Annunziata e Boscotrecase. I lavori avevano subito uno stop a causa di inadempimenti da parte dell’impresa aggiudicataria ed è stato necessario, pertanto, attuare le clausole di risoluzione contrattuale».

«Il commissario dell’Arcadis, Flavio Cioffi, nei prossimi giorni siglerà il protocollo d’intesa con il Comune di Poggiomarino che consentirà di ridurre sensibilmente i tempi della realizzazione delle opere previste e rappresenta un valido esempio dell’interazione positiva interistituzionale. I lavori che riguardano il completamento del disinquinamento del Sarno – conclude Cosenza – vanno in parallelo con l’intervento complessivo di messa in sicurezza previsto dal Grande progetto Fiume Sarno».

polemica allagamenti