I carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, insieme a colleghi della Stazione di Somma Vesuviana e della Compagnia di Maddaloni, in provincia di Caserta, hanno arrestato i fratelli Pasquale e Antonio Ventrone rispettivamente di 33 e 24 anni entrambi residenti a Maddaloni, incensurati, perché responsabili di estorsione continuata.

I militari durante un servizio di osservazione hanno sorpreso i due fratelli nel momento in cui riscuotevano una tangente di 500 euro, quale contributo per la serena prosecuzione dell’attività commerciale, dal titolare di 3 agenzie di scommesse sportive di Maddaloni, Somma Vesuviana e Sant’Anastasia.

Il denaro contante è stato recuperato e restituito al legittimo proprietario e gli arrestati sono stati portati nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove adesso resteranno almeno fino alla convalida del fermo.

furto carabinieri