“Eccellenze campane”, la sfida dell’imprenditore Paolo Scudieri sul modello di “EatItaly”


318

L’imprenditore Paolo Scudieri porta a termine il suo sogno: realizzare anche a Napoli un polo di qualità gastronomico del Made in Italy, ma soprattutto della tradizione campana. Un vero e proprio “cruccio”, una dolce ossessione quella del numero uno della Adler, partito da Ottaviano con una fabbrica per realizzare componenti di autovetture ed oggi a capo di una holding con centinaia di aziende in tutto il mondo e punto di riferimento delle maggiori case automobilistiche.



Dunque, Scudieri non ha bisogno di una nuova fonte di business, anzi. L’imprenditore vesuviano è rimasto affascinato e stregato dal modello di “EatItaly” a Torino: un luogo, un centro commerciale e ristorante ai piedi delle Alpi dove è possibile assaporare e sentire i profumi di tutti gli alimenti generati nel Belpaese. Le sue lunghe permanenze nel capoluogo piemontese, dovute ad una delle sue aziende di punta proprio a Torino, l’hanno esortato a raccogliere la “sfida possibile” anche a Napoli. Ieri, infatti, l’inaugurazione di “Eccellenze Campane” nel complesso di via Brin, nell’area Est della metropoli partenopea.

L’imprenditore ne parlava già tre o quattro anni fa durante le sue visite ad EatItaly: «Mi piacerebbe realizzare qualcosa di simile anche a Napoli», erano le sue parole. Un battesimo importante quello avvenuto a Gianturco alla presenza del governatore della Campania, Stefano Caldoro, e del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. “Eccellenze Campane” è infatti un polo doc della gastronomia nostrana, «un piccolo sogno – conferma il numero uno della Adler – attraverso cui produrremo occupazione e combatteremo il mostro della “Terra dei Fuochi”».

eccellenze campane

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE