Nuova operazione contro il lavoro irregolare e l’immigrazione clandestina. I carabinieri della stazione di Carbonara di Nola hanno, infatti, fatto irruzione in un opificio in via Torre di Palma Campania dove sospettavano vi fossero lavoratori “a nero”.

Subito dopo, in collaborazione con il personale dell’Asl NA/3 Sud – servizio igiene e medicina del lavoro e della direzione provinciale del lavoro di napoli, hanno sottoposto a ispezione l’attività produttiva. Sul posto sono stati così trovati 12 lavoratori originari del Bangladesh, irregolari, ed è scattata la denuncia per il titolare, un imprenditore 60enne dell’India, ma residente a Palma Campania, già noto alle forze dell’ordine per reati specifici.

Il titolare, inoltre, non era in possesso della documentazione comprovante il regolare smaltimento dei rifiuti derivanti dalla produzione di tessuti. Nell’opificio non si osservavano le misure previste per la salute e per la sicurezza sui luoghi di lavoro, motivi per i quali il locale è stato sottoposto a sequestro preventivo.

La posizione dei 12 lavoratori irregolari è invece ancora al vaglio.

opificio