Non solo la tratta Poggiomarino-Sarno e la linea Napoli-Pompei-Poggiomarino, ma anche la Pomigliano-Acerra ed il “trenino” che collega Napoli a San Giorgio a Cremano passando per diverse fermate di Napoli Est. Dunque, i tagli della Circumvesuviana sono più ampi del previsto, nonostante l’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella continui a smentire il ridimensionamento del servizio pubblico.

Ma a confermare che nell’azienda tira una brutta aria sono i sindacati che in questi giorni si stanno producendo con comunicati al veleno per diffondere le difficoltà affrontate dai lavoratori del settore. A lanciare l’allarme più forte è la Cisl con il segretario regionale del comparto, Giuseppe Esposito.

«I vertici dell’Eav – dice – continuano a convocarci asserendo che ci sono esuberi nel personale. Vogliono lo scempio dei trasporti. Ma ci batteremo e siamo pronti ad un duro sciopero generale per difendere le maestranze ed i pendolari che rischiano di pagare per tutti i disastri finora compiuti».

Interno Circumvesuviana