Tragedia di Nunzia e Anna, il Comune respinge le accuse: «Gli argini del Sarno non ci competono»

37

«Il Comune di Pompei è responsabile di via Ripuaria sino al ciglio del marciapiede, la manutenzione degli argini del fiume Sarno è invece affidata al Genio Civile di Salerno». È parte del testo di un volantino distribuito in questi giorni nella città mariana e firmato dal sindaco Claudio D’Alessio e dai dirigenti dei settori competenti. Un messaggio alla popolazione dopo il terribile incidente che ha tolto la vita alla 51enne Nunzia Cascone e ad Anna Ruggirello di soli 20 anni: il corpo della madre è ancora disperso. In sostanza il Comune respinge le accuse a riguardo dell’incredibile tragedia.

Gli attacchi di rabbia contro il Comune, in tal senso, sono stati durissimi dopo che la Panda gialla di madre e figlia finì nel corso d’acqua dopo un tamponamento. Sfoghi contri cui il palazzo comunale ha deciso di diffondere il messaggio rivolto ai cittadini in cui si chiariscano quali siano le competenze per la gestione, la manutenzione ed i lavori per le sponde di via Ripuaria.

Un volantino che farà naturalmente discutere dopo i provvedimenti di urgenza giunti nei giorni passati. Il Comune, infatti, ha disposto il limite di velocità di 20 chilometri orari sul tratto incriminato di via Ripuaria, mentre si sta pensando a compiere quanto prima i lavori di manutenzione sugli argini.

fiume sarno

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE