Non ci sarà la prova selettiva del concorso pubblico al Comune prevista per oggi. Il presidente della commissione del bando per l’assunzione di due istruttori amministrativi è infatti il dirigente di Sant’Anastasia, Luigi Terracciano, finito in carcere dopo il terremoto che ha portato all’arresto del sindaco Carmine Esposito ed appunto del manager.

La prova è dunque rinviata a data da destinarsi, quando il commissario prefettizio che si è appena insediato troverà un sostituto a Terracciano: intanto i 137 candidati regolarmente iscritti al concorso dovranno attendere almeno qualche mese prima di una nuova convocazione.

Ma in città la vicenda delle “mazzette” che ha coinvolto il sindaco Esposito non ha ancora esaurito la sua spinta. In questi giorni è infatti apparso un manifesto di vero e proprio “amore” nei confronti del primo cittadino finito in cella dopo essere stato “pescato” con una tangente di 15mila euro. A riportare la notizia è il quotidiano online Retenews24. «Stavi facendo cose buona, ma ti hanno voluto fermare. Noi siamo con te», è più o meno il testo.

comune sant'anastasia