Una piazza dello spaccio di droga al minuto a Striano, che andava avanti nonostante gli arresti e i sequestri operati dai carabinieri. Oggi la svolta con 6 arresti e altri sedici indagati. A eseguire l’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata, dopo le indagini coordinate dalla Procura oplontina, sono stati i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata: in manette sono finiti Antonio Sorvillo, 26enne già noto alle forze dell’ordine, Luigi Sorvillo, 34enne incensurato, Mario Incarnato di 24 anni e Federico Vanacore 24enne, entrambi già volti noti alle forze dell’ordine (Vanacore era agli arresti domiciliari), e gli incensurati Pasquale Giamundo di 23 anni ed il 42enne Raffaele Pisacane.

Sono tutti, a vario titolo, ritenuti responsabili di concorso in spaccio di stupefacenti. I militari dell’Arma hanno anche eseguito sedici perquisizioni domiciliari presso le abitazioni di altri indagati a piede libero per le stesse ipotesi di reato e per favoreggiamento personale. L’attività, eseguita nei comuni di Striano, Poggiomarino, Trecase, Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano, Volla e Napoli, scaturisce da un’indagine avviata nel giugno 2012 e conclusa alla fine dello scorso anno dai carabinieri della stazione di Striano, indagine finalizzata al monitoraggio di persone dedite allo spaccio al minuto di sostanze stupefacenti nella città e nei comuni vicini.

Le risultanze investigative, condotte con tecniche tradizionali e con l’ausilio di intercettazioni telefoniche, hanno consentito di documentare oltre cento episodi di spaccio di droga, consentendo anche di arrestare in flagranza due degli indagati e di segnalare quali assuntori di sostanze stupefacenti diciannove acquirenti.

droga