Manca solo l’ok della prefettura di Napoli per dare nelle mani del vicesindaco di Sant’Anastasia, Vincenzo Romano, le funzioni del primo cittadino Carmine Esposito finito in manette sabato con l’accusa di corruzione ai danni della ditta che rimuove i rifiuti in città.

Dall’ufficio stampa del Comune giunge infatti una nota: «In riferimento alle norme vigenti ed allo Statuto dell’Ente, nei casi di impedimento del sindaco, le sue funzioni potrebbero essere assunte dal vicesindaco ma in merito è necessario attendere la comunicazione ufficiale che dovrebbe pervenire all’Ente tramite la Prefettura nei prossimi giorni».

Intanto dal palazzo municipale di Sant’Anastasia si precisa che i carabinieri non avrebbero sequestrato alcun faldone di documenti durante la perquisizione. Infine dal punto di vista giudiziario tra oggi e domani dovrebbe esserci l’interrogatorio del primo cittadino.

esposito sant'anastasia