Blitz dei carabinieri al Comune di Sant’Anastasia. I militari dell’Arma hanno sequestrato e raccolto diversi documenti su alcuni dei più recenti appalti concessi dall’Amministrazione del sindaco Carmine Esposito, arrestato sabato con l’accusa di avere intascato tangenti dalla ditta che preleva i rifiuti sul territorio.

L’obiettivo degli inquirenti è scoprire se ci siano altre irregolarità nelle gestione dell’affidamento dei servizi e se il primo cittadino abbia richiesto ed accettato bustarelle anche da altri imprenditori. I carabinieri, infatti, hanno registrato le immagini di Esposito mentre si faceva dare 15mila euro dal titolare della ditta di nettezza urbana.

Intanto, tra oggi e domani il gip del Tribunale del Riesame deciderà se trattenere o meno in carcere Esposito, sindaco dal 2010 e medico del Cardarelli. Prima di ottenere la fascia tricolore era stato a capo della segreteria di Luigi Cesaro, ex presidente della Provincia e parlamentare.

comune sant'anastasia