I dati non sono ancora del tutto completi, ma il nuovo leader del Pd, Matteo Renzi, trionfa nel Vesuviano con percentuali bulgare e per lunghi tratti molto più forti rispetto al resto d’Italia. Secondo gli ultimi conteggi, infatti, il sindaco di Firenze avrebbe ottenuto nella zona ai piedi del vulcano quasi l’80% dei voti di chi si è recato alle urne dei democratici.

Boom a Boscoreale, dove l’aspirante premier raggiunge il 90% delle preferenze, lasciando solo le briciole ai rivali (Renzi 936 voti, Cuperlo 77 e Civati 40). Situazione molto simile ad Ottaviano (206, 39 e 36), comune dove comunque si registra una bassa affluenza di elettori. Altro grande risultato a Poggiomarino dove con 563 preferenze il numero uno del partito tocca l’80%. A Nola, invece, il sindaco toscano oltrepassa il muro del 70%. Un po’ di meno a Striano dove si ferma invece a circa il 60. Altra grande performance a San Giuseppe Vesuviano con oltre il 75%. Ancora di più a Terzigno dove lascia appena 17 voti alla coppia Civati-Cuperlo.

Restano ancora da definire i risultati di comuni importanti come Sant’Anastasia, Palma Campania, Pompei e Somma Vesuviana. Ma anche qui, a quanto pare, Renzi avrebbe completamente annichilito la concorrenza, toccando quote molto più alte della media nazionale e di quella della Campania dove il nuovo leader del Pd si “ferma” al 62,5%.

renzi