La Campania continua a tremare: lo sciame sismico conta circa 130 movimenti tellurici dopo il terremoto di 4,9 gradi registrato ieri alle 18.08 con epicentro nella zona del Matese.

Le più forti nella notte ed all’alba, intorno alle 3 ed alle 7,30. Gli assestamenti sono stati avvertiti anche alle pendici del Vesuvio a Trecase, Boscotrecase, Terzigno e Somma Vesuviana, particolarmente nei quartieri più alti.

I sindaci dei Comuni coinvolti sono in contatto con la Protezione Civile ed invitano i cittadini a mantenere la calma. Non risultano danni a persone o cose.

terremoto scossa