Il consiglio comunale tenutosi ieri sera ha portato tre le altre cose, alla ratifica di una variazione di bilancio con la quale è stata prevista la destinazione di una parte dell’avanzo di amministrazione non vincolato pari a 247.500 euro a dare copertura finanziaria per interventi importanti presenti in programma elettorale della lista Insieme per Costruire.

In particolar modo l’amministrazione ha destinato 87.500 euro come quota di compartecipazione per il progetto dell’asilo nido  finanziato dalla Regione Campania con 700.000 euro. Destinati anche 100.000 euro per la pubblica illuminazione e per gli interventi di riqualificazione della pista ciclabile in via Vasca Cozzolino, un centro di aggregazione sociale e sportiva che ospita quotidianamente centinaia di persone e che quindi va reso quanto più confortevole possibile. Sessantamila euro sono infine stati destinati alle  espropriazione; in via prioritaria verranno utilizzate per la realizzazione della bretella di collegamento tra via Foscolo e via Kennedy.

«Le scelte sono state condivise da tutti i consiglieri del gruppo “Insieme per Costruire”, ancora una volta la maggioranza ha dimostrato di essere unita e compatta e con grande serenità ha lavorato con l’obiettivo di perseguire gli interessi della comunità nel suo complesso per questo rivolgo a tutti un ringraziamento ed esprimo un vivo apprezzamento per il lavoro svolto», commenta il capogruppo di maggioranza, Giuseppe Campajola.

«Siamo rimasti invece estremamente meravigliati del comportamento della minoranza durante le operazioni di voto nella seduta di consiglio comunale di ieri: rispetto a un atto così importante su cinque consiglieri di opposizione, due si sono astenuti e tre hanno votato contro quindi non hanno approvato scelte che vanno nella direzione dello sviluppo del territorio. La variazione di bilancio –  spiega Campajola – andava in primis in direzione dello stanziamento di fondi comunali per la realizzazione dell’asilo nido comunale: le astensioni e i voti contrari rappresentano un controsenso di questa opposizione che da un lato professa interesse per le famiglie del territorio e dall’altro fa ostruzionismo rispetto ad un provvedimento che guarda proprio alle esigenze delle famiglie e in particolare delle giovani coppie». «Analizzando poi gli altri provvedimenti che la variazione di bilancio approvata va a determinare, il loro atteggiamento è addirittura paradossale per la collocazione geografica delle opere in relazione alla residenza dei consiglieri comunali stessi», spiega il capogruppo di maggioranza.

«I consiglieri Francesco Addato e Nicola Coppola abitano nella zona a valle e si si sono astenuti rispetto a un atto che prevede la riqualificazione della pista ciclabile, collocata proprio a ridosso del Parco Europa; è paradossale  che Raffaele Di Fiore che vive al Rione Micillo e conosce molto bene la problematica della sicurezza creatasi dopo la scellerata decisione delle precedenti amministrazioni di chiudere la rampa di accesso a piazza Amodio senza individuare una alternativa, abbia votato contro un provvedimento che cerca di porre le basi per risolvere questo problema serio di sicurezza e quindi per la realizzazione di una bretella di collegamento tra via Foscolo e via Kennedy. È altrettanto illogico che votino contro questo stesso atto i consiglieri Aldo e Agostino Maione sotto la cui amministrazione si determinò questo problema», continua il capogruppo. «Dal canto nostro, non abbiamo fatto altro che prendere atto con stupore del comportamento della minoranza, ma chiaramente siamo andati avanti per la nostra strada nella consapevolezza di avere operato in questo momento, con le somme disposizione, le migliori scelte che si potevano fare», conclude Giuseppe Campajola.

pollena_comune