Fiume Sarno, 37 milioni per sistema fognario e disinquinamento

115

La Giunta regionale della Campania ha approvato il finanziamento di tutte le opere fognarie di Scafati, Boscoreale, Calvanico e Siano, comuni a ridosso del fiume Sarno, per un totale di 37 milioni di euro. «Il finanziamento – ha sottolineato l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Edoardo Cosenza – avviene con fondi europei immediatamente disponibili, nell’ambito delle misure per l’accelerazione della spesa decise dalla Giunta Caldoro». In particolare, con 28 milioni di euro viene finanziata la realizzazione dell’intero sistema fognario di Scafati; 19 milioni di euro sono destinati ai lavori del primo stralcio, la cui gara è già stata svolta e di interventi immediatamente cantierabili e gli altri 9 milioni servono a finanziare il secondo stralcio di lavori, la cui gara potrà partire immediatamente. I lavori verranno attuati dalla Agenzia regionale per la Difesa del suolo (Arcadis), che prosegue nella sua opera di completamento del sistema di depurazione del fiume Sarno. Il sistema fognario di Scafati verrà finalmente allacciato al depuratore comprensoriale Scafati – Sant’Antonio Abate, contribuendo in maniera decisiva al disinquinamento del tratto terminale del fiume e del golfo di Napoli.



«A questi 28 milioni per le reti fognarie di Scafati si affianca – ha proseguito Cosenza – il finanziamento, con 9 milioni di euro, di tutte le opere previste per il completamento delle reti fognarie di Boscoreale che saranno allacciate al depuratore di Foce Sarno (per oltre 4 milioni di euro), di Calvanico che saranno allacciate all’impianto di Mercato San Severino (oltre 1 milione di euro) e di Siano che saranno immesse all’impianto di Nocera (per oltre 3 milioni di euro). Complessivamente – ha concluso l’assessore – sono 37 milioni di fondi europei immediatamente disponibili per un bacino di 80mila abitanti. L’importante intervento si inquadra nella politica complessiva della giunta Caldoro per il Sarno. Puntiamo a rendere il fiume finalmente sicuro rispetto alle esondazioni e del tutto disinquinato, investendo nell’importante area dell’agro sarnese-nocerino circa 250 milioni di fondi europei».

«È un ulteriore atto concreto – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente Giovanni Romano – alla strategia complessiva della Regione diretta ad eliminare le cause dell’inquinamento dei corpi idrici superficiali e dei fiumi per migliorare la qualità dell’ambiente, della vita delle comunità interessate e delle acque di balneazione. È la risposta, efficace e concreta, alle esigenze dei cittadini salernitani residenti nel comprensorio del Sarno: adesso, finalmente, queste importanti opere si potranno realizzare». «L’ambiente – ha ricordato il governatore Stefano Caldoro – è priorità per la Regione. Troviamo soluzioni e risorse per risolvere problemi».

fiume sarno

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE