Nascondeva un grosso quantitativo di botti all’interno del suo negozio di abbigliamento. A finire nei guai è una donna, imprenditrice insospettabili finita nelle maglie dei controlli contro i petardi killer della notte di San Silvestro.

I sequestri e le operazioni, infatti, continuano. A San Giuseppe Vesuviano, i carabinieri hanno denunciato per commercio abusivo e detenzione di materiale esplodente una commerciante 44enne incensurata che nel suo negozio di abbigliamento di via Croce Rossa aveva abusivamente 50 chili di fuochi pirici di quarta e quinta categoria.

“Cipolle” e veri e propri ordigni in grado di fare saltare in aria pareti ed anche di uccidere se esplosi vicino alle persone. Il materiale è stato fatto brillare dagli Artificieri.

botti