Scavi, l’Ue striglia l’Italia: «Basta ritardi o addio ai fondi per Pompei»

126

«Troppi ritardi in un progetto importante come quelli di Pompei, così l’Italia e la Campania rischiano di perdere i fondi per il sito archeologico». Torna il caos, dunque, sul museo a cielo aperto più grande e famoso d’Europa. A strigliare l’Italia è il commissario europeo alle Politiche regionali, Johannesburg Hahn.



«Considero – dice – il progetto Pompei molto importante per l’Italia e il mondo. In particolare però è importante per la Campania, dove può generare posti di lavoro e trainare l’economia locale grazie ad un turismo di qualità».

«Ovviamente – insiste Hahn, commentando il ritardo nella nomina del super-commissario italiano che dovrebbe coordinare il progetto di rilancio del sito archeologico – i ritardi non sono positivi e il tempo sta per scadere, visto che i programmi attuali termineranno entro la fine del 2015».

ue pompei

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE