Rivoluzione Scavi: rumors sull’accesso da Boscoreale, è già lite con Pompei


103

Una porta di accesso agli Scavi di Pompei anche da Boscoreale. È la grande novità che potrebbe arrivare dalla redazione del nuovo Piano urbanistico della città mariana che favorirebbe soprattutto il territorio boschese, oltre che il complesso del flusso turistico regionale. Al momento si tratta soltanto di “rumors” e di poco più di qualche voce, anche se a Pompei si comincia già a protestare a gran voce per una scelta che rischierebbe di tagliare fuori parte dell’indotto locale.



In sostanza, la contesa sarebbe sul Parco archeologico che nei progetti originari è già collegato con il museo all’aperto più grande d’Europa. Tuttavia un secondo collegamento arriverebbe con l’Antiquarium di Boscoreale che quindi finirebbe per essere a “stretto contatto” con gli Scavi, un punto su cui la città boschese si batte da anni e che adesso pare avere dei sostenitori anche in Regione. Ma dal movimento “Elaboriamopompei” arrivano già le prime forti proteste: «Il Piano del sindaco D’Alessio finirà per spazzare via il centro della nostra città».

E quella della porta di accesso da Boscoreale per gli Scavi non sarebbe l’unico punto di forte contestazione. Sempre secondo decise indiscrezioni, infatti, con il Puc verrebbe dislocata anche la stazione delle Ferrovie dello Stato, che tornerebbe in periferia verso Torre Annunziata, così come l’area industriale. Insomma, una sferzata di energia per le zone ai limiti della città mariana con l’obiettivo di “sfoltire” il centro. Ma, se così fosse, ci sarà da battagliare.

scavi boscor

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE