Pacchi alimentari venduti a Somma, madre e figlio accusati di truffa


159

Scatta la denuncia per il responsabile dell’associazione accusato di vendere i pacchi alimentari destinati ai poveri. Dopo il servizio de “Le Iene”, infatti, i carabinieri di Somma Vesuviana si sono recati presso la sede dell’associazione “Fantasia” per notificare la segnalazione a Giovanni C., finito nei guai per truffa aggravata. Denunciata anche la madre dell’uomo ma per abusivismo edilizio.



Sdegno, naturalmente, in città per un fatto increscioso, ovviamente se confermato dalle indagini, e che è stato smascherato dalla telecamere di Italia attraverso l’inviato de “Le Iene”, Giulio Golia, e dell’autore del programma, il napoletano Alessandro Migliaccio.

Giovanni C., al momento, continua a difendersi asserendo che la cifra intascata con i pacchi di beni di prima necessità non è nulla più che una quota di tesseramento all’onlus. Ci penseranno le indagini a chiarire la situazione, mentre intanto la politica locale lancia la proposta di gestire il servizio attraverso il Comune.

truffa pacchi

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE