Madre e figlia nel Sarno, si cercano i corpi con un nuovo sonar


118

Terzo giorno di ricerche nel fiume Sarno per i vigili del fuoco, nel tentativo di localizzare l’automobile caduta nel corso d’acqua giovedì mattina e che trasportava a bordo Nunzia e Anna, madre e figlia. Le operazioni di ricerca hanno affrontato numerose difficoltà, quali la forte corrente e la scarsissima visibilità del fiume.



Il punto tra Pompei e Castellammare di Stabia dove è avvenuto l’incidente ha una profondità di circa 6 metri. Pioggia e forte vento non facilitano l’attività dei vigili del fuoco, che intanto hanno provveduto a disboscare le sponde del fiume, coperte da vegetazione incolta.

A loro supporto è giunto un potente sonar subacqueo che darà indicazioni utili su quanto si trova all’interno del fiume. Adesso si continua a lavorare con la luce artificiale nella speranza di riuscire finalmente a rintracciare i corpi e la carcassa della vettura.

nunzia anna

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE