L’Italia rischia di finire nuovamente bloccata e “spezzata” dai “Forconi” che annunciano una vera e propria rivoluzione a ridosso delle festività natalizie. Ed a spiegare i motivi di quanto potrà avvenire nelle prossime settimane sarà il leader del movimento, Mariano Ferro, atteso questa sera a San Giuseppe Vesuviano, dove incontrerà “simpatizzanti” del “popolo” e cittadini. L’appuntamento è alle 19 al civico numero 37 di via Carbonari.

Qui, infatti, Ferro parlerà ai «cittadini stremati dalla crisi», annunciando l’organizzazione del blocco dell’Italia da Pordenone alla Sicilia. In sostanza una versione ancora più esasperata della protesta di gennaio dello scorso anno, quando il peggio toccò alla sola Sicilia, limitando invece i disagi per gli altri territori. Stavolta, invece, i “Forconi” sembrano fare sul serio coinvolgendo l’intero Stivale così come dimostra anche la visita di oggi a San Giuseppe Vesuviano.

Già da qualche giorno, infatti, su internet gira un volantino-appello che avverte di quanto potrebbe succedere dal 9 dicembre, un “foglio” in cui si invitano tutti “gli italiani che producono” a scendere in piazza per manifestare il proprio dissenso contro le istituzioni e la globalizzazione, colpevoli – secondo il leader Ferro ed il suo movimento – dell’attuale situazione di disagio. Infine la chiosa: “Quando un Governo non fa ciò che vuole un popolo, va cacciato anche con mazze e pietre”.

forconi