Contrabbando di benzina, 3 arresti e sequestri tra Terzigno e Sant’Anastasia


323

Tre persone sono state arrestate e altre tre denunciate dalla Guardia di Finanza del comando provinciale di Napoli che ha scoperto un contrabbando di prodotti petroliferi. I finanzieri hanno anche sequestrato oltre 200mila litri di benzina e gasolio per autotrazione. Sigilli ad un deposito di prodotti petroliferi a Sant’Anastasia; due distributori stradali di carburanti a Napoli e Terzigno; un autoarticolato adibito al trasporto di carburanti.



Nel corso dell’operazione, i finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro anche: 16 serbatoi, 6 colonnine, 19 erogatori, una pensilina di carico a due bandiere, tenaglie di legalizzazione contraffatte con prototipo legale del sigillo metrico, piombi metrici, un incisore metallico per piombi metrici, documentazione contabile, bancaria ed extra-contabile nonché cospicue somme di danaro contante ritenute provento degli illeciti traffici. I sei componenti la banda sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di prodotti petroliferi.

Nei due distributori stradali sequestrati, uno dei quali riconducibile a una nota compagnia petrolifera italiana che risulta vittima del traffico, erano stati manomessi i sigilli delle colonnine di rifornimento e modificato il software per dissimulare le effettive quantità di carburante venduto. I militari hanno così accertato un consumo in frode di prodotti petroliferi tra benzina e gasolio per oltre 85mila litri.

finanza benzina

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE