Il direttore della Divisione materiale rotabile dell’Eav avrebbe ricevuto la comunicazione di una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Il tutto in relazione al caos nei trasporti verificatosi il 25 settembre scorso. Il dirigente non sarebbe iscritto nel registro degli indagati ma, come detto, avrebbe ricevuto soltanto l’avviso di una denuncia per interruzione di pubblico servizio. La notizia è riportata oggi da diversi quotidiani locali e si tratterebbe del primo caso che coinvolge la Circumvesuviana.

Il caos era scoppiato, alla fine di settembre, in seguito alla decisione improvvisa dei dipendenti di bloccare i servizi su ferro per il mancato pagamento degli stipendi. I sindacati confederali si erano dissociati dalla protesta, parlando di iniziative spontanee. La holding aveva comunicato che le retribuzione sarebbero state pagate con quattro giorni di ritardo. E l’improvviso blocco della circolazione ferroviaria aveva anche provocato l’ira della Regione, che aveva chiesto alla Prefettura di usare la linea dura contro azioni portate avanti contro le leggi.

Non era la prima volta che il servizio veniva bloccato: in precedenza si erano verificati quattro episodi che avevano visto coinvolte Circumvesuviana, Sepsa e Circumflegrea, e uno Metrocampania Nordest. E proprio l’Eav aveva presentato una denuncia in Procura per interruzione di pubblico servizio.

sciopero circumvesuviana