Circumvesuviana, salta l’accordo con il gestore elettrico: rabbia dei sindacati

47

Niente da fare, la Circumvesuviana e soprattutto utenti e lavoratori dovranno continuare a penare. Infatti, non è stato raggiunto alcun accordo con la ditta che eroga l’energia elettrica all’azienda, così stazioni e passaggi a livello restano tuttora con una forte diminuzione della corrente. Ci ha provato l’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella, ma la società non ha voluto sentire ragioni a riguardo di anticipi di cassa e accordi per i prossimi mesi. Dunque, tabelloni spenti, stazioni al buio e passaggi a livello presidiati dal personali resisteranno ancora per un po’.



E proprio in tal senso arriva una nuova protesta da parte del sindacato Orsa: «Sono oltre dieci giorni che stiamo assistendo a questa vicenda paradossale, l’Eav vanta anche la morosità con il gestore di energia elettrica e quest’ultimo, forse ignorando gli effetti perversi del proprio provvedimento, ha tagliato il 30% della potenza elettrica dei contatori, rendendo buie ed insicure e fredde alcune stazioni, fermate e passaggi a livello della rete della Circumvesuviana, con i marciapiedi illuminati nelle ore buie e, praticamente rendendo inutilizzabili alcuni passaggi a livello, che vengono presidiati dal personale dell’azienda, costretto ad operare in condizioni difficilissime».

«Assistiamo così – continua la sigla – a piazzali delle stazioni con le luci miseramente spente, con viaggiatori che procedono a tentoni, a passaggi a livello che non possono abbassare le sbarre, con gli operatori costretti ad utilizzare solo i cavalletti regolamentari di riserva. Qualora in questi giorni dovessero verificarsi incidenti sarebbero certamente tutti pronti a definirli tragiche fatalità o a cercare altri colpevoli».

circumv1

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE