Chiedono il ripristino di un’ordinaria viabilità a Boscofangone dove transitano migliaia di viaggiatori ogni giorno. Insieme ai normali automobilisti sono tantissimi i lavoratori che giorno e notte si recano nei siti produttivi e della distribuzione situati della zona industriale di Nola. Stesso flusso anche per il ritorno a casa nell’Agro Mariglianese-Nolano.

Ma la mobilità è difficile, in crescente sofferenza e rischiosa per tutti per le pessime condizioni stradali e per la chiusura di una importante bretella di collegamento. Ora per sensibilizzare l’opinione pubblica e sollecitare l’attenzione delle autorità, ecco la mobilitazione sindacale della Fismic come ha sottolineato da una rappresentante del coordinamento, l’Ingegnere Alessia Coccia: «Una lotta che la Fismic di Nola porta avanti dal 2002 con le varie denunce verso gli organi preposti, un fascicolo che ad oggi potremmo pubblicare in un libro e che ancora non vede soluzione».

Una zona industriale in piena espansione con aziende di livello nazionale e internazionale come l’Alenia Aermacchi, che proprio quest’anno in occasione dell’avvio operativo dei nuovi impianti, ha visto la presenza dell’alto management aziendale e del gruppo Finmeccanica e di esponenti politici. Tuttavia, manca un sufficiente piano per la viabilità.

boscofangone