Rogo di rifiuti tossici nella campagne cittadine. L’incendio è stato avvistato nel primo pomeriggio da alcuni cittadini sangiuseppesi. Una delegazione del “Movimento 5 Stelle” locale è andata sul posto ed ha documentato con immagini e video: si trattava proprio di fiamme appiccate per eliminare scarti potenzialmente nocivi, insomma come avviene nella “Terra dei Fuochi”. La colonna di fumo nera era alta e parecchio densa, tanto da essere avvistata a diversi chilometri di distanza.

Il fatto in via Dell’Amaranto, una traversa di via Martiri di Nassyria. I “grillini” hanno prontamente hanno allertato la compagnia dei vigili del fuoco di Nola che sono intervenuti per spegnere l’incendio. Al termine dell’intervento, gli attivisti, che hanno assistito alle operazioni di spegnimento del rogo, hanno scattato numerose immagini per cercare di capire con esattezza cosa era stato bruciato.

Secondo il M5S tra i rifiuti inceneriti c’erano scarti industriali e materiali di risulta provenienti da officine e da aziende tessili. «Il territorio di San Giuseppe Vesuviano e delle città limitrofe brulica di episodi del genere – scrivono i “grillini” in una nota – invitiamo le autorità politiche e giudiziarie ad adoperarsi per evitare altri episodi del genere.

Incendio San Giuseppe