Proseguono senza sosta da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri le ricerche dell’automobile caduta nel fiume Sarno e delle donne presenti al suo interno al momento dell’incidente. A bordo della Panda precipitata nel fiume, da quanto si è appreso, c’erano Nunzia Cascone, 51 anni, e sua figlia Anna Ruggirello di 20 anni. A riferirlo è stato il cugino della donna, Salvatore Cascone. Sarebbero infatti due, secondo quanto raccolto dalle testimonianze sul luogo, le persone disperse: la donna alla guida e la figlia, della quale da questa mattina si sono perse le tracce.

Ingenti le forze messe in campo per le ricerche, dai sommozzatori alla squadra di soccorso fluviale; un elicottero sta sorvolando l’area dove è avvenuto l’incidente, a circa un chilometro dalla foce del fiume Sarno tra i comuni di Castellammare di Stabia e di Pompei, mentre una motonave sta perlustrando lo specchio di mare all’altezza della foce. Secondo le prime ricostruzioni due auto si sono scontrate a Pompei poco prima delle sette di questa mattina e mamma e figlia sono finite nel fiume Sarno. Secondo un testimone, nell’auto precipitata ci sarebbero dunque una donna e sua figlia 20enne.

La mamma, che era alla guida di una Panda gialla, stava accompagnando la figlia alla stazione, perché si doveva recare all’Università. Stando a quanto, subito dopo lo schianto, l’auto con a bordo mamma e figlia, sarebbe precipitata nel fiume e poi inghiottita dalle acque. I sommozzatori sono a lavoro dalle 7, ma non sono ancora riusciti a trovare la macchina e gli occupanti. Le difficoltà principali sono rappresentate dai fondali del fiume e dalla visibilità ridotta del corso d’acqua.

auto sarno 2