Grande partecipazione all’incontro sull’ambiente promosso dalle associazioni de “La Terra de Fuochi” a Lauro. Protagonista il territorio Vesuviano, arrivato in Irpinia con migliaia tra giovani dei licei e del mondo politico ed associativo. La manifestazione è stata ospitata da Lauro Giovane, che da diverso tempo si era dimostrata sensibile sul tema. Presenti realtà attive sul territorio: la Pro Loco di Castello di Palma all’Arci, la Pro Lauro, esponenti di Sel e dei Giovani Democratici, i membri del comitato “No alle periferie discarica” di Sant’Anastasia, e poi gli studenti degli istituti superiori di Poggiomarino, San Gennaro Vesuviano, Lauro e Nola; i consiglieri comunali e i ragazzi di Lauro, Quindici, Pago del Vallo di Lauro, Domicella, Carbonara di Nola, Palma Campania, San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, San Gennaro Vesuviano e tanti altri comuni che condividono il problema.

Si trattava della seconda riunione fondativa di un collettivo sensibile sul tema rifiuti. E proprio su questo punto i rappresentati lauretani hanno voluto esprimere gratidune e soddisfazione: «Un’iniziativa importante. Essere così tanti, giovani e impegnati, in un territorio marginalizzato come il nostro, è davvero una piccola rivoluzione. Le comunità come le nostre hanno bisogno di aiuto e di condivisone. Viviamo un disastro ambientale e le istituzioni non sono sempre sensibili, ma sono i cittadini a poter muovere dei passi comunque sia». Durante l’incontro si sono iniziate a delineare le finalità del gruppo: si è parlato di sensibilizzazione ambientale, informazione, denuncia e collaborazione con le autorità. Ma anche di lotta decisa su temi di vitale importanza. Tutte intenzioni che verranno poi concretizzate in un documento fondativo e in uno statuto.

Poi proposte concrete come la mappatura delle discariche abusive e inoltre si sono fissate le scadenze a breve termine come le manifestazioni di Nola e Napoli del 19 e 26 ottobre alle quali il collettivo parteciperà in maniera unitaria. E infine la volontà di iniziare un percorso nelle scuole: uno “SpazzaTour” da realizzare con progetti informativi da poter mostrare negli istituti della zona anche collaborando con le associazioni artistiche e culturali che si mostreranno sensibili. Progetto che dovrebbe iniziare già la prossima settimana al Liceo di Poggiomarino. Niente di fatto invece sul nome del collettivo: verrà deciso in questi giorni con un sondaggio sul web.

terra vesuviano