A Poggiomarino, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà per violazione alle leggi a tutela dell’ambiente un 46enne del luogo ed un 29enne di Angri.

I militari dell’arma hanno sorpreso e bloccato il 29enne, in un fondo di circa 7.000 mq, preso in affitto dal 46enne, in località “Longola”, nel parco del fiume Sarno, mentre sversava rifiuti speciali e non (calcinacci, cemento, parti di materiale plastica e bituminoso) in una grossa buca scavata nel terreno per poi ricoprirla con il terreno stesso.

Il trattore utilizzato e il fondo sono stati sequestrati. Sono, inoltre, in corso controlli per accertare, con scavi in profondità, con la collaborazione del personale agenzia regionale per la protezione ambientale, la presenza di altri rifiuti interrati.

31.10.2013 CC Poggiomarino 1