Rifiuti tossici delle fabbriche cinesi trovati in un garage, denunciato il proprietario

54

Un garage adibito a deposito di rifiuti speciali. La scoperta è stata fatta dai carabinieri a Ottaviano, denunciato il proprietario del locale. L’operazione è stata condotta dai carabinieri della stazione locale. L’uomo, un 36enne della zona, aveva messo su un vero e proprio business per smaltire i ritagli di stoffa delle fabbriche di abbigliamento della città.



Al termine di indagini, tese a contrastare lo smaltimenti illecito dei rifiuti, i carabinieri hanno trovato all’interno del garage, circa 80 metri cubi di ritagli di stoffe provenienti, probabilmente, dalle sartorie che nell’area vengono gestite in prevalenza da cinesi. Un modo, forse, escogitato per smaltire i materiali di scarto con limitato dispendio economico per le ditte.

Le stoffe inutili che non possono essere riutilizzate infatti, sono difficili e costose da smaltire, e spesso vengono abbandonate per le strade della città, che diventano discariche a cielo aperto. L’uomo aveva pensato di facilitare lo smaltimento delle stoffe, andando a prelevare le buste della spazzatura dalle fabbriche e smaltirle al posto dei proprietari.

carabinieri

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE