Con l’inaugurazione del corso dal titolo “Il tuo territorio ha bisogno anche di te” e la prima lezione, ha preso il via il secondo Reclutamento del Nucleo Comunale di Protezione Civile presso il Centro Polifunzionale “Liguori”, rivolto a circa 20 giovani che hanno presentato domanda. Il superamento dell’esame finale li porterà ad infoltire le fila dei volontari e, senza fini di lucro e vantaggi personali, ad operare sul territorio nelle attività proprie della Protezione Civile di prevenzione, soccorso in caso di calamità e ripristino a seguito dell’emergenza. Alla presenza del sindaco Carmine Esposito, del comandante Fabrizio Palladino, del direttore del corso Ciro Gifuni, dei vertici locali della protezione civile e degli attuali operatori, gli aspiranti volontari hanno avuto le prime informazioni dettagliate su quanto dovranno apprendere per poter sostenere l’esame il prossimo 21 dicembre.

Il corso, con esercitazioni, si articola in 10 lezioni programmate per ogni sabato o domenica. «Far parte del Nucleo Comunale di Protezione Civile è una forma di volontariato che conserva e sposa grandi valori. È un’esperienza che arricchisce, anche perché a Sant’Anastasia abbiamo un gruppo che fa tanto e bene per il territorio – commenta il sindaco Esposito – Sono decine e decine gli interventi che i volontari compiono giorno dopo giorno nelle condizioni e situazioni più diverse. Tra le associazioni del territorio, quella della protezione civile è tra le più importanti e formativa e sono certo che anche i nuovi corsisti saranno arricchiti e non poco da questo corso e dall’esperienza che faranno sul campo».

Per il consigliere Fernando De Simone «Con l’inizio del nuovo corso altri giovani volontari si apprestano a conoscere tecniche e ad utilizzare mezzi e materiali all’avanguardia. Oltre ai mirati programmi di informazione e formazione per gli alunni, abbiamo fatto passi in avanti anche nell’aggiornamento del Piano di Protezione Civile Comunale, adeguandolo alle nuove norme ed ai rischi sismici ed idrogeologici del territorio».

protezione civile