La Regione finanzia Longola, Poggiomarino ritorna a sognare

174

Fino a qualche mese fa sembrava tutto perso, un enorme patrimonio storico-culturale che rischiava di restare per sempre sotterrato. Invece ieri la notizia che tutta Poggiomarino attendeva: il finanziamento da parte della Regione Campania per la valorizzazione degli Scavi di Longola. La missiva da parte di Palazzo Santa Lucia è arrivata nel pomeriggio in piazza De Marinis. Il Comune ha ottenuto le risorse: dunque i lavori – e soprattutto i sogni – possono riprendere.



Una grossa mano per Poggiomarino è giunta dall’assessore regionale competente, Pasquale Sommese, politico ed uomo da sempre attento alle esigenze dei territori e che ha valutato con attenzione le possibilità di sviluppo degli Scavi poggiomarinesi ed il loro elevatissimo valore culturale. Si tratta infatti di un villaggio protostorico, molto più antico dei più “nobili” e famosi siti di Pompei ed Ercolano. Insomma, un fiore pronto a sbocciare nella periferia di Poggiomarino.

Eppure sino ad uno anno fa pareva che il progetto potesse andare in frantumi: sullo sfondo c’era infatti la carenza di fondi e lo spettro del sotterramento dei reperti. Poi le proteste dell’associazionismo locale, del sindaco Leo Annunziata, dell’allora parroco don Silvano Controne hanno alla fine avuto la meglio. Il risultato finale ottenuto ieri, infatti, è frutto di un lavoro di squadra che ha visto all’opera in maniera quasi eroica l’Amministrazione, l’opposizione e grossa parte società civile cittadina.

Longola

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE