Dopo oltre 36 ore con i rubinetti a secco è ufficialmente emergenza idrica nel Vesuviano. Il grave guasto in via Poggiomarino a Striano, infatti, non è stato ancora riparato anche se le ultime notizie dicono che tutto potrebbe rientrare nella normalità nel corso della serata. Intanto, a Poggiomarino e Striano – le città maggiormente colpite dal disservizio – sono arrivate le autobotti fatte pervenire dalle Amministrazioni che già da ieri hanno sollecitato prefettura, vigili del fuoco ed Asl di pertinenza.

In campo la Protezione Civile che sta distribuendo acqua potabile “porta a porta”. Al momento sarebbero scongiurate le voci che parlavano di un ritorno dell’erogazione previsto addirittura tra due giorni. In mattinata, infatti, sembrava che sul luogo del guasto fosse assolutamente necessario sostituire un pezzo meccanico della condotta e che il ricambio non sarebbe arrivato prima di martedì.

Tuttavia la mancanza di acqua non coinvolge soltanto Poggiomarino e Striano ma anche parte di Terzigno, Boscoreale e San Giuseppe Vesuviano. Qui, dove i Comune non hanno previsto l’intervento dei vigili del fuoco e della autobotti, è assalto alle fontane pubbliche delle aree ancora servite dalla Gori.

autobotti