Minacciato da un ladro di rame che impugnava tra le mani un coltello affilato con una lama di dieci centimetri. Una vera e propria odissea quella che si è trovato costretto avivere un capostazione nell’area della Circum di Somma Vesuviana. A denunciare l’orribile episodio è stato il sindacato Cisal che sottolinea l’ennesimo grave fatto di una criminalità spietata senza scrupoli. L’ultimo, in ordine temporale, è avvenuto alla stazione di Somma Vesuviana.

Il capostazione si è accorto che c’erano dei problemi all’apparato di circolazione dei treni ed ha raggiunto i binari per controllare. Sul piazzale, ha sorpreso un giovane intento a rubare cavi di rame ed ha provato a redarguirlo. Quest’ultimo, però, ha reagito, tirando fuori un coltello e minacciando l’impiegato Circum di ucciderlo.

Grazie all’arrivo di un altro dipendente della società dei trasporti e di alcuni studenti che si trovavano sulla pensilina, il balordo è stato, però, bloccato. Il capostazione lo ha poi consegnato ai carabinieri, che lo hanno denunciato. Si tratta di un “volto noto” ai frequentatori della stazione di Somma Vesuviana.

circum