Campania sotto choc dopo le terribili scoperte dei rifiuti nocivi sotterrati nel Casertano. E così, che si tratti di psicosi o meno, anche Terzigno chiede di indagare sulla situazione ambientale del territorio e di avviare quanto prima i processi di risanamento. Ad intervenire sulla vicenda è il parlamentare del “Movimento 5 Stelle”, Luigi Gallo.

«Il ministro dell’Ambiente Orlando chieda l’intervento del Nucleo Operativo Ecologico anche per Cava Sari nel Parco Nazionale del Vesuvio e si adoperi per la bonifica mai avvenuta come chiesto da un’interrogazione “M5S” del 31 luglio – dice il deputato – I cittadini dei comuni a valle della discarica – insiste – subiscono i continui miasmi generati da una cattiva gestione della società operante ed è ormai certo che nei mesi scorsi l’Arpac abbia denunciato i valori fuori norma al tribunale di Nola».

«La politica – conclude Gallo – può dare un nuovo slancio per ripristinare la giustizia e far ripartire la vita laddove finora si è seminato la morte con la complicità dei politici di tutte le istituzioni». Sempre i “grillini”, a riguardo di cava Sari, avevano parlato nei mesi scorsi anche dell’avvelenamento dalla falda acquifera.

cava sari