Lotta durissima contro chi contravviene alla raccolta differenziata, preferendo gettare i sacchetti nelle strade periferiche. Dopo le polemiche innescate dall’opposizione, infatti, il sindaco Vincenzo Catapano ha ordinato ai sorveglianti del servizio igiene urbana di aprire le buste di plastica abbandonate sull’asfalto alla ricerca di una traccia che potesse ricondurre al “proprietario”.

Il fatto è avvenuto sabato in via Astalonga, dove il primo cittadino si è recato insieme all’assessore competente ed ai dirigenti del settore del Comune di San Giuseppe Vesuviano. E dall’immondizia è spuntata, dopo diversi tentativi, una fattura pagata dell’energia elettrica. Insomma, un’operazione lunga, complessa e non del tutto igienica ma che ha portato a multare una delle persone che per evitare di separare i rifiuti, sceglie di buttare l’immondizia nelle aree meno in vista della cittadina.

Ed in tal senso, da fonti vicine all’Amministrazione, l’operazione potrebbe ripetersi a breve: un sistema con cui Catapano punta dunque a frenare l’emorragia di inciviltà che negli ultimi mesi sta dilagando sul territorio sangiuseppese. Le ultime notizia parlano inoltre persino di un’ordinanza che il sindaco sarebbe pronto ad emanare per mettere fine all’abbandono selvaggio di spazzatura.

catapano