Notte di paura per i proprietari di un lido balneare a Marina di Vico Equense. In due entrano, arraffano il denaro custodito nella biglietteria, circa 400 euro, ma nella fuga vengono scoperti dai proprietari. I malviventi, vistisi scoperti, armati di pistola, risultata successivamente a salve, minacciano il titolare e i figli e poi li aggrediscono.

Ne nasce una colluttazione. Uno dei due balordi, per sfuggire all’arresto, si tuffa in mare. L’altro, invece, è stato bloccato e arrestato dai carabinieri della compagnia di Sorrento sopraggiunti sul posto.

Il giovane arrestato è un 20enne di origine russa ma residente a Somma Vesuviana e cittadino italiano a tutti gli effetti. Ora è caccia al complice che è riuscito a fuggire a nuoto nonostante le ricerche dei carabinieri che hanno immediatamente utilizzato senza fortuna un gozzo privato.

stabilimento somma